Feed RSS Home e-mail Mappa del sito

Cerca all'interno del sito

COMPITI E FUNZIONAMENTO DEL COMITATO DI GESTIONE DEL FONDO SPECIALE PER IL VOLONTARIATO

L’art. 15 della legge quadro sul volontariato, L. 266 del 1991, stabilisce che presso ogni regione venga costituito un Fondo speciale, proveniente da accantonamenti delle fondazioni bancarie, destinato a far funzionare Centri di Servizio a supporto delle Organizzazioni di volontariato.
Le modalità per la costituzione e gestione dei Fondi sono state stabilite con Decreto del 8 ottobre 1997, emanato dal Ministro del Tesoro di concerto con il Ministro per la Solidarietà Sociale.
Ogni fondo speciale regionale è amministrato da un Comitato di gestione, di durata biennale e composto complessivamente da 15 membri.
Le competenze dei Comitati, riconducibili alla gestione del Fondo, possono essere così riassunte:
  • istituire i Centri di Servizio, definendone i criteri per l’accoglimento, la valutazione e la pubblicizzazione delle istanze;
  • promuovere il coordinamento e la collaborazione fra i Centri, oltre che la circolazione e la qualificazione delle esperienze;
  • definire i criteri per il riparto del Fondo e verificare che i Centri non compiano irregolarità di gestione e non svolgano attività in modo difforme dai progetti annuali presentati;
  • nominare un membro degli organi deliberativi ed un membro degli organi di controllo dei Centri di Servizio.

 

Copyright 2007 - Comitato Volontariato - All rights reserved - Credits - Informativa  Non Profit On-line