Feed RSS Home e-mail Mappa del sito

Cerca all'interno del sito

Rateizzazione dell’erogazione dei fondi per il progetto 2005-2006.

Acquisito il concetto della biennalità dei progetti come criterio guida della programmazione, finanziamento, rendicontazione e valutazione, è utile individuare le modalità conseguenti di erogazione dei fondi.
Per quanto riguarda l’erogazione delle risorse che la legge mette a disposizione per la realizzazione dei CSV, si rammenta che il DM 8 ottobre 1997 parla di ripartizioni e conseguenti erogazioni annuali dei fondi (cfr. DM 8 ottobre 1997 art. 2 comma 6 lett. e)).
Considerando però le richieste già esplicitate dal Comitato di Gestione ci pare opportuno ricercare una forma di rateizzazione che meglio consenta un corretto rapporto tra erogazione e avanzamento attività.

Per queste ragioni, il primo concetto guida della proposta è a nostro parere quello delle rate anticipate verificate con l’analisi dei bilanci consuntivi di quanto realizzato e speso in precedenza. Infatti è utile ricordare che le somme del fondo sono per legge a disposizione del volontariato e sono finalizzate alla realizzazione e allo svolgimento dell’attività dei CSV, costituiti appositamente per produrre servizi a sostegno e qualificazione del volontariato. Per questi presupposti le rate del fondo verranno erogate ai CSV anticipatamente al loro utilizzo, permettendo così la realizzazione delle attività. Il controllo sulla spesa è garantito dall’invio e dall’esame dei bilanci consuntivi e dalla partecipazione di una persona indicata dal Comitato di Gestione agli organi amministrativi e di revisione dei CSV.

Il secondo concetto è la certezza dei tempi e delle risorse. Infatti per la natura dei CSV e il compito loro affidato dalla legge 266/91, essi devono realizzare i servizi e le azioni finalizzate al sostegno e alla qualificazione del volontariato utilizzando il fondo accantonato da parte delle fondazioni di origine bancaria e ripartito dai Comitati di Gestione. Per tali motivi, al fine di garantire una continuità ed efficacia dei servizi e delle azioni a favore del volontariato è opportuno che le procedure di proposta, esame ed approvazione dei programmi, le procedure di ripartizione delle somme del fondo, la loro comunicazione alle fondazioni e la conseguente erogazione avvengano in tempi e misure certe. Non si tratta di iter meramente burocratico, bensì di condizione per permettere una reale operatività e realizzazione della programmazione approvata. Pertanto è utile nella definizione dei meccanismi di rateizzazione definire i tempi precisi di rendicontazione in itinere e di approvazione della rata e della sua comunicazione alle fondazioni.

Rateizzazione delle erogazioni biennio 2005 - 2006
DataAtto% della rata sul fondo biennale
31/10/2004 Presentazione 'Progetto biennale' con relativo preventivo
31/12/2004 Delibera CoGe 1° rata biennio 2005/2006 50%
31/01/2005 Erogazione 1° rata biennio 2005/2006 50%
28/02/2005 50%
31/03/2005 50%
30/04/2005 Approvazione bilancio consuntivo 2004 dall'assemblea del CSV50%
31/05/2005 Consegna bilancio consuntivo 2004 al CoGe50%
30/06/2005 50%
31/07/2005 50%
31/08/2005 50%
30/09/2005 Consegna stato avanzamento progetto al CoGe50%
31/10/2005 50%
30/11/2005 Delibera CoGe 2° rata biennio 2005/2006 40%50%
31/12/2005 Erogazione 2° rata biennio 2005/2006 40%90%
31/01/2006 90%
28/02/2006 90%
31/03/2006 90%
30/04/2006 Approvazione bilancio consuntivo 2005 dall'assemblea del CSV90%
31/05/2006 Consegna al CoGe bilancio consuntivo 200590%
30/06/2006 90%
31/07/2006 90%
31/08/2006 90%
31/10/2006
  1. Presentazione Progetto biennale 2007/2008 con relativo preventivo
  2. Delibera CoGe 3° rata biennio 2005/2006 10%
90%
31/11/2006 Erogazione 3° rata biennio 2005/2006 10%100%
31/12/2006 100%
30/04/2007 Approvazione bilancio consuntivo 2006 dall'assemblea del CSV100%
31/05/2007 Consegna al CoGe bilancio consuntivo 2006100%
30/06/2007 Consegna consuntivo del progetto biennio 2005 - 2006100%
 

Copyright 2007 - Comitato Volontariato - All rights reserved - Credits - Informativa  Non Profit On-line