Feed RSS Home e-mail Mappa del sito

Cerca all'interno del sito

L’ascolto del disagio 2.0: nasce il primo “Whatsapp Amico” in Italia

Data di pubblicazione: 05/06/2017


Il nuovo servizio di aiuto a persone in stato di disagio su messaggeria istantanea è attivo da pochi giorni grazie a Telefono Amico Padova. Primi contatti da giovani tra 22 e 30 anni. Apprezzato da chi cerca uno spazio anonimo e non vuole esporsi tramite contatto vocale.


Non più solo telefono: l’aiuto a persone in stato di disagio (solitudine, angoscia, sconforto, rabbia…) da oggi passa anche attraverso Whatsapp, il secondo canale social utilizzato nel mondo. Lo fa grazie ai volontari di Telefono Amico-Centro di Padova che da pochi giorni (con il supporto del comune e del CSV di Padova) hanno attivato un centro d’ascolto su messaggeria istantanea attivo dal martedì al venerdì dalle 18 alle 21 al numero 345 0361628. Si chiama “WhatsApp Amico” ed è il primo in Italia: vuole essere un servizio di attenzione e di sostegno attraverso uno strumento agile e di largo utilizzo, uno spazio gratuito e anonimoper un aiuto immediato a chi vive un momento difficile.
“La nostra esperienza sul campo – spiega Antonio Iovieno, presidente di Telefono Amico-Centro di Padova – e il confronto costante coi nostri 60 volontari di Padova ci ha portato a proporre questo servizio pionieristico in Italia. I canali di ascolto tramite mail e chiamata web, quest’ultima introdotta da Telefono Amico Italia a fine ottobre 2016, stanno già dando degli ottimi risultati incrementando i numeri relativi alla chiamata tradizionale. Affiancare la possibilità di scrivere anche via Whatsapp significa raggiungere davvero tutte le fasce d’età, sia quelle “digitalizzate” - i ragazzi - sia chi non ha troppa confidenza col web - gli anziani - o non vuole esporsi tramite contatto vocale”.

Fonte: Redattore sociale


Pagina:  1  2  3  4  5
 

Copyright 2007 - Comitato Volontariato - All rights reserved - Credits - Informativa  Non Profit On-line